Olio di palma: criticità e alternative – CONVEGNO CAMERA DEI DEPUTATI

Olio di palma: facciamo il punto della – tragica – situazione e proviamo a trovare una – buona – soluzione.

Ci sono aziende italiane che hanno intrapreso un cammino diverso, di sostenibilità e rispetto nei confronti del pianeta e dei consumatori. Noi queste aziende vorremmo conoscerle e sostenerle. Ma soprattutto vorremmo che il loro lavoro venisse conosciuto da sempre più persone perché solo facendo circolare le buone idee pensiamo si possano cambiare le cose.

Per questo abbiamo organizzato il convegno Olio di palma: criticità e alternative​, in cui, una volta fatto il punto della (drammatica) situazione figlia di produzioni scellerate e orientate al solo guadagno di pochi, grazie agli interventi di Laura Renzi, coordinatrice campagne Amnesty International – Italia​; Dario Novellino, antropologo antropologo, Centro per la Diversità Bioculturale (CBCD) – Università di Kent (UK) e Direttore Esecutivo della Coalizione contro il Furto delle Terre, CALG – Philippines; Flaviano Bianchini, attivista per i Diritti Umani, fondatore e direttore di SOURCE International​; Fabio Ciconte, direttore di Terra! onlus​ portavoce della campagna “Filiera sporca”, parleremo di come le cose possano cambiare, da subito e con un vantaggio da parte di tanti; Dario Dongo, Ph.D. in sicurezza alimentare, avvocato e giornalista, fondatore del progetti GIFT (GreatItalianFoodTrade.it) e FARE (Food & Agriculture Requirements), co-fondatore de Il Fatto Alimentare

Renata Pascarelli Direttore Qualità Coop; Giuliana Ragusa, Responsabile Relazioni Istituzionali Ufficio Presidenza Alce Nero​ e Pietro Di Leo, amministratore unico Di Leo Biscotti​ ci racconteranno come e perché hanno deciso di modificare le loro produzioni e eliminare l’olio di palma a vantaggio di sostanze provenienti da filiere più sostenibili.

Esistono altri oli e grassi vegetali meno esposti al contaminante da processo denunciato dall’Efsa come genotossico e cancerogeno; esistono altri oli e grassi vegetali con un minor numero di grassi saturi dannosi per il sistema cardiovascolare; esistono altri oli e grassi vegetali la cui produzione non devasta il pianeta e non avviene in Paesi in cui una già blanda legislazione e un’assenza di controlli non permettono una reale tutela dei lavoratori e dell’ambiente.

E’ tempo di trovare e provare queste alternative.

Non è la specie più forte a sopravvivere, e nemmeno la più intelligente. Sopravvive la specie più predisposta al cambiamento… e adesso è il momento di cambiare!

Per info e prenotazioni: eventi@mirkobusto.net
Si ricorda che per accedere alle Sale della Camera dei deputati è obbligatorio un documento di riconoscimento e per i Signori è obbligatoria la giacca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *